Manga, Anime e Miyazaki

[Manga, Anime, and Miyazaki]

Marc Hairston


Coda: On your mark e Nausicaa

Abbiamo detto di come sia finito il manga. Nel periodo in cui Miyazaki lo stava terminando lui e lo Studio Ghibli furono assunti per fare un video musicale per un duo molto popolare in Giappone, Chage e Aska. Sarebbe stato un video musicale tipico delle loro canzoni, tranne che sarebbe stato completamente animato, ma avete visto in giro altri video musicali così non c'era niente di nuovo. Ma trattandosi dello Studio Ghibli vollero fare un lavoro spettacolare, così andarono fuori budget. Di fatto andarono talmente fuori che non c'era modo per il video di fare un minimo di profitto attraverso i passaggi sulla MTV giapponese o in altra proiezione video. Così fu distribuito come corto nei cinematografi, proiettato proprio in precedenza del film della Ghibli Whisper of the Heart di cui abbiamo già parlato. Chage e Aska lo proiettarono anche ai loro concerti e alla fine fu distribuito su laserdisc e in video.

Ora, è in giapponese e senza sottotitoli, ma non c'è da preoccuparsi, non si devono conoscere le strofe della canzone per seguire il video (comunque ecco una traduzione per grandi linee del testo). Iniziamo dal titolo, On Your Mark, in inglese e la frase "on your mark" appare ripetutamente per tutta la canzone. Questo perché in Giappone e in altre culture asiatiche si considerano alla moda frasi inglesi, che abbiano o meno un senso. Si sentono nelle canzoni pop, le si vedono nella pubblicità e negli slogan dei prodotti, le ritrovi sulle magliette. Naturalmente facciamo anche noi la stessa cosa. Ci sono molti modelli che hanno bellissimi ideogrammi giapponesi o cinesi come parte del disegno. Li portiamo e non abbiamo alcuna idea di cosa significhino. Per quanto ne sappiamo possono essere senza significato o dire "sto con gli stupidi".

Come si può vedere dalla traduzione i versi hanno la stessa profondità di qualsiasi altra canzone pop inglese. In questo caso è meglio ignorare il testo e prestare attenzione semplicemente alle immagini e alla musica. Deliberatamente Miyazaki ha scritto disinteressandosi dei versi, non ha fatto nessun tentativo di far coincidere le immagini o la storia con nessuna parola della canzone. E chi lov ede pensa che sia il trailer di un film di prossima uscita. Ci sono molte persone che hanno inviato email al gruppo di usenet (rec.arts.anime.misc) che dicevano "Ho visto questa cosa ed è straordinaria. Quand'è che esce il film completo?" Be', non c'è, questo video di sette minuti è tutto ciò che c'è. C'è una storia completa ma è non lineare. Si vedono dei flash in avanti, si vedono dei flashback, si vede la stessa scena rifatta con un finale differente, è disarticolato. Ma tutti abbiamo visto abbastanza video musicali. Quand'è che abbiamo incontrato un video musicale con una storia che ha una progressione logica?

Un'altra cosa che occorre capire sul background di questo video musicale è che fu ispirato parzialmente dall'incidente nucleare di Chernobyl in Russia nel 1989. Intendo quando l'impianto nucleare ebbe una fusione e il contenitore con il combustibile si lacerò lasciando cadere su tutto il paese sostanze radioattive. L'unico modo che ebbero per contenere il nocciolo fu di costruire una "bara" in acciaio e cemento che incapsulava le costruzioni originarie lasciandole semplicemente là. E nella città di Chernobyl accanto all'impianto c'è ancora un livello così alto di radiazioni dal fallout proveniente dalla fusione e dalla lacerazione che non ci vive più nessuno. Si può andare a visitare il posto per un giorno o per un breve periodo senza pericoli, ma a viverci si assorbe un livello troppo alto di radiazioni. Così ora la città è abbandonata. E quando Miyazaki iniziò a lavorare a questo video lesse o vide un servizio su questa città. Il servizio mostrava come ora che la gente se n'è andata la Natura si stia riprendendo la città. Le case si sgretolavano, gli animali selvatici ci si sono trasferiti e l'erba si stava riprendendo le strade. Così quella fu una delle ispirazioni, la grossa struttura in metallo che si vede all'apertura del video si suppone che sia una bara per un impianto nucleare che ha avuto una fusione e che la graziosa città dall'aspetto del New England che gli sta accanto sia abbandonata.

Dimenticavo di dire un paio di altre cose. Per primo i due ufficiali di polizia assomigliano ai due cantanti, Chage e Aska. Un occidentale non può notarlo, in quanto non è diffusa la musica pop giapponese, ma naturalmente in Giappone riconoscono subito chi sono i due ufficiali. L'altra cosa, che forse si può capire dal filmato, è che la storia ha luogo in un tempo in cui, a causa di un qualche massiccio disastro ecologico, o fusioni nucleari, o distruzione dello strato d'ozono etc, gli umani non possono più vivere all'aperto e devono vivere nelle città del sottosuolo per protezione. Miyazaki non ha reso palese quanto sia pericoloso il mondo esterno alla città, ma ci sono state delle speculazioni che il pericolo sia così grosso che i due ufficiali di polizia starebbero sacrificando la propria vita nel portare fuori l'angelo, in quella piccola auto aperta senza tute protettive anti radiazioni. La scena iniziale mostra uno di quei veicoli con protezione blindata nella campagna accanto alla bara e i due ufficiali che iniziano a cercar di far entrare l'angelo in una di essi, ma devono poi passare alla convertibile. Di vede il cartello in inglese che annuncia "Danger". I cartelli in giapponese e in cinese annunciano cose del tipo "il sole è pericoloso" e "Attenzione: morte certa".

Si noterà che ancora una volta c'è il volo e che potrebbe anche rappresentare la libertà, ma potrebbe significare cose diverse.

Quando durante il seminario ho chiesto agli studenti se questo video poteva ricordare altri film statunitensi mi è stato risposto Blade Runner e Il quinto elemento. Io non ho visto Il quinto elemento e quindi non posso dire niente. Blade Runner è stato il film che ha dato il via allo stile visivo cyberpunk nei film, tutti i film futuristici cyberpunk prendono pesantemente prestiti da Blade Runner. E ambientazioni e storie cyberpunk sono molto popolari negli anime. Di fatto è stata una delle ragioni per cui questo fu una specie di shock per il pubblico giapponese quando uscì. Miyazaki era conosciuto per fare storie più tradizionali, film che scaldavano il cuore come Totoro o Kiki, oppure epiche come Nausicaa. Miyazaki che faceva del cyberpunk? Che stava accadendo? Naturalmente lui bilancia l'ambientazione urbana cyberpunk col mondo completamente naturale al di fuori della città. Un altro film che nessuno ha menzionato è stato E.T. La scena dove l'angelo viene rinchiuso nel sacco e chiuso con la cerniera e portato via dagli uomini con le tute anti-radiazioni viene direttamente da E.T.

Un'altra grossa influenza è stato l'attacco a Tokyo di Aum Shinri Kyo. Nel marzo del 1995, una setta religiosa in Giappone pose alcune bombe con gas nervino in molti luoghi della metropolitana di Tokyo con lo scopo di far esplodere una sorta di apocalisse religiosa in Giappone. L'attacco uccise circa 40 persone ed altre migliaia furono ferite. Fu uno shock massiccio per la psiche giapponese, formano una società orientata tutta verso il gruppo, una società dove il bene comune viene riverito in modo molto più alto che nell'occidente. Percepiscono la maggior parte delle minacce come provenienti dall'esterno. Il pensiero che un gruppo giapponese potesse fare qualcosa di questo tipo ad altri giapponesi era impensabile prima di tutto ciò. Così mentre Miyazaki creò il video prima che accadesse questo attacco, queste immagini ricordarono realmente al pubblico giapponese il tragico evento. Quando videro la polizia attaccare una setta religiosa, la prima cosa che tutti pensarono fu quella di Aum Shinri Kyo.

E l'immagine della ragazza volante appare familiare. Molti hanno detto che tutte le eroine di Miyazaki appaiono uguali. E c'è una somiglianza stilistica che deriva dal fatto che sono tutte creazioni provenienti dal talento artistico della stessa persona. Ma non sono identiche in apparenza. Nausicaa non è uguale a Kiki che non è uguale a Lana che non è uguale a Fio che non è uguale a Satzuki. Ma l'angelo in On Your Mark ha proprio una forte rassomiglianza con Nausicaa, molto di più di quanta ce ne sia tra altri due personaggi di Miyazaki. Infatti in molte interviste (eccone un esempio) fa riferimento all'angelo come alla "ragazza d'uccello" o "ragazza uccello" che sarebbe una traduzione migliore, che poi è la frase che ha usato spesso sia nel manga che nelle interviste per descrivere Nausicaa.

Profezia dell'angelo dalla sequenza iniziale el film Nausicaa
Profezia dell'angelo dal manga di Nausicaa
L'angelo di On Your Mark

Così fate uno più uno. Così lui ha appena terminato questo sforzo eroico di tredici anni per terminare questo manga epico, qualcosa che ha richiesto uno sforzo terribile da parte sua per portarlo a conclusione. E proprio la prima cosa che fa dopo aver finito e di creare un video musicale con un personaggio che appare in modo quasi identico a Nausicaa. Che conclusione si può trarre da tutto ciò?

Secondo me Miyazaki ha scritto una storia in cui Nausicaa è tornata simbolicamente. Penso che ciò che lui sta facendo qui è di dire "Non mi importa niente di ciò che dicono le parole e la musica. Faccio questo video come un mia personale e simbolica liberazione di Nausicaa. Ho fatto passare a questa povera ragazza tredici anni di inferno e di sofferenze in quel manga. Ora la lascio libera, libera da tutte le sofferenze e lascio che ritorni volando in quel cielo perfettamente blu a cui è sempre appartenuta.

Per lui è una chiusura ed un altro punto è che nel manga il paradiso perfetto che nelle loro religioni viene promesso, e che Nausicaa vede realmente ad un certo punto, è un mondo completamente naturale chiamato "le terre pure". Ora devo sottolineare che si tratta solo di una mia interpretazione personale. Miyazaki non ha mai detto niente di tutto ciò su carta stampata e ci sono altri fan ed esperti di Miyazaki che dissentono da me su questo punto.

Con me ho un calendario del 1998 dello Studio Ghibli. Ogni mese presenta un'immagine da un loro film o un'immagine che sarebbe potuta venire da uno dei loro film. In questo caso l'immagine di Dicembre è quella degli ufficiali di polizia che liberano l'angelo. E secondo la mia opinione personale questa è una delle immagini più potenti che Miyazaki abbia mai creato. E' riuscito a riunire in un'unica immagine la Natura, la tecnologia, gli umani e il volo.

Un'ultima cosa. Ciò che mi ha fatto pensare a questa interpretazione di On Your Mark è stata La Tempesta di Shakespeare. Sono tutti d'accordo che La Tempesta sia stata l'ultima opera che Shakespeare abbia scritto prima di ritirasi dalle scene. E nell'opera c'è il personaggio di Prospero che molti studiosi ritengono sia la proiezione che Shakespeare ha fatto di se stesso. Shakespeare aveva scritto tutte quelle opere e come un dio-mago aveva diretto e mosso tutti quei personaggi per raggiungere la fine della storia. E in La Tempesta fa tutto ciò esplicitamente, il pubblico vede il personaggio di Prospero come un potente mago che manipola abilmente le azioni di tutti gli altri personaggi attorno a lui allo scopo di portare finalmente giustizia e un lieto fine a tutti quanti. E alla fine dell'opera, dopo che gli altri personaggi se ne sono andati, l'atto finale di Prospero è di liberare lo spirito aereo di Ariel che ha usato come suo servitore per tutto il tempo che ha passato sull'isola. Ad Ariel dice: "non sei più mio schiavo, ora sei libero di volare via." E poi Prospero spezza la sua bacchetta magica e dichiara di ritornare al mondo dei mortali. E molti studiosi vedono in questo Shakespeare che sta liberando tutti questi personaggi fittizi che ha creato e che, in effetti, sta dicendo loro, "è tutto, avete fatto per me il vostro lavoro, ora siete liberi di andare." E così io credo che sia una cosa simile a quello che Miyazaki sta facendo in On Your Mark. Come Shakespeare/Prospero sta dicendo addio e grazie al suo personaggio e liberandosi alfine di questa ossessione che ha occupato la sua vita per quasi 14 anni.

 


||indice|| - <<precedente<<