Twelve Monkeys


Regia 

Terry Gilliam

Sceneggiatura

David and Janet Peoples

Interpreti 

Bruce Willis

Brad Pitt

Madeleine Stowe

Christopher Plummer

Frank Gorshin

 

Un precedente a questo film Ŕ rappresentato dalla pellicola francese del 1962 di Chris Marker, La Jetee, gli autori riconoscono fin dai titoli di testa questo fatto e molti sono infatti i tratti in comune tra le due opere.

Proveniente da un futuro da incubo, James Cole (Willis) si ritrova nel 1990 in un manicomio di Baltimora, drogato e che proferisce parole incoerenti. Naturalmente nessuno gli crede che sia stato inviato per errore nell'anno sbagliato. Doveva apparire nel 1996 per arrestare la diffusione di una epidemia che aveva distrutto gran parte della popolazione terrestre (i superstiti, lui compreso vivevano, nel futuro, in un inferno sotterraneo). Nell'ospedale Cole incontra due persone, la  dottoressa Kathryn Railly (Stowe) e un paranoico di nome Jeffrey Goines (Pitt). Railly finisce col credere alla storia di James, mentre Goines, sempre immerso nelle sue teorie paranoiche di cospirazione, lo informa che il padre, Leland Goines (Plummer) Ŕ un famoso virologo. Cole riesce a fuggire e a tornare al suo mondo di provenienza per riferire sulle sue scoperte e poi torna al 1996 dove incontra di nuovo Railly e Goines. Cole rapisce Railly e la costringe a portarlo in Pennsylvania, il luogo da cui, secondo i reperti storici, si Ŕ diffusa l'epidemia. Viene a sapere che Goines dopo il suo rilascio vive una doppia vita, come assistente del padre e come capo di una organizzazione radicale per i diritti animali (il cui simbolo consiste nella frase Twelve Monkeys e dall'illustrazione di dodici scimmie in uno schema a spirale). E' Goines che sarÓ responsabile della diffusione dell'epidemia attraverso un'azione terroristica nel laboratorio del padre. Cole and Railly cercano di spezzare la successione degli eventi, si innamorano e Cole decide che una volta risolto il problema non tornerÓ al suo futuro.

 

Il film non regge certo il confronto con il suo predecessore, mancando soprattutto del sentimento quasi metafisico che attraversa l'opera francese. E' interessante, comunque, per la forza della recitazione dei personaggi principali.


Cinema


Mondo- Ultimi arrivi - Autori - Argomenti - Testi in linea - Speciali
Premi della SF - IntercoM rivista - Collegamenti - Ansible