Tutto quanto "Il castello fantasma".

"..la prima parte è il normale racconto di quella sua vita, ma poi, abbastanza repentinamente, il racconto vira verso quell’atmosfera surreale che abbiamo visto…" ("Tre dita").

"…ecco che la narrazione, che parte in una quotidianità normale, ha una brusca, improvvisa impennata nel fantastico, nell’orrorifero, per…un sogno; un sogno del quale non si riesce a delimitare il confine." ("Il signore della terra").

"…che inizia come un normalissimo racconto riguardante una "storia di relazione", anche se, già prima che si capisca ciò, avviene un furto un po’ strano; una storia di relazione come interessa al pubblico femminile.

E che, poi, improvvisamente, deraglia verso un incubo un po’ alla "Distretto 13" di Carpenter, all’inizio, per, poi, diventare, come vedremo, qualcosa di ancor completamente differente." ("Lo ziggurat").