Romance - Online

uno studio sugli effetti di internet sulle relazioni amorose in America


Jennifer K. Mulcahy


Internet è filtrata lentamente dal mondo militare e delle multinazionali nella vita delle persone di tutti i giorni e ha influito sulla nostra vita virtualmente in un numero infinito di modi diversi. Anche se alcune persone potrebbero non utilizzare individualmente internet con la stessa quantità di altri, ha pur sempre un’influenza sul modo in cui è vissuta e percepita la vita dalla maggior parte della società occidentalizzata. Oltre ad aver reinfiammato il mondo della pubblicità e degli affari, internet ha iniziato ad aver effetto sulla vita personale della gente permettendo nuove forme di comunicazione con amici, la famiglia e i colleghi in tutto il mondo. I mutamenti all’interno della sfera della vita e dell’esperienza personali sono arrivati ad includere l’incontro con nuovi amici, colleghi e incontri romantici attraverso la comunicazione on-line. Lo scopo di questo lavoro è di esplorare luoghi diversi dove la gente interagisce e si incontra su internet e di scoprire i modi in cui il mezzo ha cambiato o influenzato i modi in cui un numero significativo di persone nella nostra società si avvicina e tratta le relazioni romantiche nella propria vita sia on-line che off-line. Mentre questa forma abbastanza nuova di telecomunicazioni ha senza dubbio apportato molti cambiamenti al modo in cui le persone giungono a contatto per avere relazioni romantiche, mi aspetto comunque di scoprire che alcune cose non sono realmente mutate nel modo in cui i sessi interagiscono e procedono attraverso varie forme di corteggiamento. Nell’esplorare molti aspetti di internet e le varie comunità e risorse che vi si trovano, spero di trovare alcune risposte ed esempi per soddisfare queste domande.

Internet è composta da una varietà apparentemente infinita di media attraverso cui comunicare ed esplorare l’informazione. Alcuni meccanismi, come nel caso del World Wide Web, agiscono soprattutto come una biblioteca informatica senza un vero tempo-reale o interazione personale tra due o più persone. Ci sono comunque molte risorse su Internet che forniscono sia interazione a tempo-reale che comunicazione personale tra individui o gruppi. Spesse volte la gente si incontra in un ambiente e poi continua la comunicazione in un ambiente diverso. In qualsiasi modo poi vadano a finire queste interazioni, la prima cosa da scoprire è dove inizialmente queste persone si incontrano su Internet.

Un primo mezzo per la gente per interagire gli uni con gli altri sono i newsgroup. Un newsgroup consiste in un vasto numero di differenti basi per messaggi dove i frequentatori di Internet in giro per il mondo possono leggere e impostare messaggi pubblici su virtualmente ogni argomento immaginabile. Ci sono newsgroup per vittime di abusi, su ossessioni sessuali, religione, sull’essere alti… e insomma su qualsiasi altra cosa si possa immaginare. La gente inizialmente inizia a leggere e a postare nei newsgroup con argomenti che li interessano. Durante il passaggio avanti e indietro dei messaggi nel forum pubblico, una particolare persona potrebbe attrarre l’occhio di qualcuno e spingerli ad iniziare o una discussione pubblica nel newsgroup su un tema collegato o più comunemente ad inviare all’altro un messaggio privato via e-mail.

L’e-mail, il secondo passo in una relazione iniziata in un newsgroup, così come l’estensione di altre relazioni on-line, è anche un sistema elettronico di messaggi protetto che non permette un’interazione istantanea tra le due parti. L’e-mail assicura una comunicazione nascosta tra due persone in un formato testuale ed è usata per un certo periodo in quasi tutte le avventure romantiche on-line. Alcune persone passano esclusivamente alla comunicazione via e-mail dopo l’incontro iniziale su di un newsgroup o IRC. Le e-mail possono essere rivelatorie della personalità in modo più veloce di quanto non lo sia la comunicazione ‘di persona’ e spesso portano a sentimenti romantici verso l’altra persona. Katie, una persona intervistata nel libro di Moore, dice che l’e-mail è più intima del parlare al telefono o dello scrivere una lettera normale. Afferma:

"Per qualche ragione posso dire le cose più liberamente. Non sono una grande scrittrice di lettere, ma sono una buona scrittrice di e-mail. Penso sia la revisione. Non è spontaneo [come parlare direttamente], così puoi scegliere le parole in modo più attento. Ci sono stati molti messaggi che ci siamo spediti in cui dicevamo, 'Si lo trovi strano, cancellalo e non ne parliamo più.' Così puoi dire cose in modo differente che sulla carta o al telefono."

Per alcune persone questo processo attento e logorante non è abbastanza istantaneo per la comunicazione che desiderano. Per queste persone ci sono altri media da utilizzare.

Ci sono, in aggiunta a questi mezzi di comunicazione statici a base testuale, tipi di programmi per internet ancor più immediatamente interattivi che permettono una comunicazione istantanea di testo avanti e indietro. Uno di questi programmi è IRC, o Internet Relay Chat.

Il particolare layout di IRC differisce a seconda del software, ma fondamentalmente consiste in differenti server IRC con ognuno che contiene un certo numero di canali o stanze con differenti aree di argomento. Una volta che ci si connette ad un server IRC, si può vedere qual è l’offerta dei canali con un semplice comando: "/list". Ci si può poi unire ad un canale con un argomento che interessa oppure creare un canale proprio. In un ambiente IRC le linee di testo scorrono con il nome dell’utente che le ha inviate all’inizio del messaggio. Si può rispondere al testo della schermata o scegliere una persona che appare particolarmente interessante e inviarle un messaggio IRC privato. IRC, dunque, è un luogo dove avviene una chat sia di forma pubblica che di forma privata. Una attività che viene spesso trovata su IRC è il "cybersex". Moore descrive il cybersex come il "parlare in modo greve in tempo reale, descrivendo vari atti sessuali in dettaglio cronologico ed intimo, con un partner che potrebbe essere qualsiasi cosa o qualsiasi persona si possa mai immaginare ". Il cybersex trova spazio su IRC piuttosto che attraverso e-mail e newsgroup perché "il cybersex ha bisogno di essere spontaneo e istantaneo, non remoto e sporadico ". Comunque, su IRC trovano spazio altre forme di comunicazione meno esplicite sessualmente per questa stessa ragione.

Un’altra forma simile di comunicazione testuale istantanea è il MUD, o Multi-User Dungeons. Si tratta sostanzialmente di un tipo di gioco di ruolo in cui le persone creano i personaggi e poi partecipano con questi personaggi ad un gioco fantasy, interagendo con gli altri personaggi. Attraverso questo mezzo, comunque, avvengono anche chat sia pubbliche che private. Vengono create stanze private, in aggiunta a quelle pubbliche, e vengono inviati sia messaggi pubblici che privati in tempo reale agli altri frequentatori del MUD. Si può passare molto tempo in un MUD, in quanto se son si sta chattando con altri frequentatori, si fa avanzare il gioco. Vengono uccisi mostri e si fanno cerche. C’è sempre qualcosa da fare in un MUD, il che lo rende spesso drogante.

Chi in realtà tende a formare relazioni on-line? Jaffe, Lee, Huang ed Oshagan hanno condotto uno studio in cui hanno scoperto che le donne tendono a formare un numero maggiore di relazioni on-line (incluso amicizie) rispetto agli uomini, questo potrebbe essere solo perché più donne cercano questi tipo di di cose on-line risposto agli uomini. Comunque la gente di ogni età crea relazioni on-line e queste relazioni spesso diventano molto coinvolgenti ed intime.

Le relazioni che iniziano on-line quasi sempre migrano su un altro mezzo su internet o sul telefono o ad incontri concreti viso a viso. Gli scopi di una coppia on-line di solito includono l’incontro definitivo "nella VR" (nella Vita Reale), anche se Moore afferma nel suo libro su questo argomento, "sia chiaro che non si deve mai suggerire a qualcuno che fa questi giochi di ruolo su computer (i MUD) che questi giochi non sono la vita reale, se non si vogliono ricevere male parole". Sono poche comunque le eccezioni alla regola del "nella VR", come nel caso di "e-mail affairs" e del "cybersex" che non hanno realmente desiderio di un futuro nella "vita reale" concreta della persona. Questi casi hanno alcuni problemi propri, come esaminerò più avanti.

Ci sono alcuni problemi con la comunicazione on-line che sono pressoché universali tra le varie comunità e i vari ambienti di Internet. Questi problemi si manifestano pienamente nei tentativi di creare e mantenere relazioni romantiche su questi mezzi.

Il primo problema sta nelle limitazioni di base di una trasmissione puramente testuale. Inflessioni di voce e gestualità corporea si perdono nell’arte altamente soggettiva della comunicazione on-line. Con lo scopo di rimediare a questo problema sono state inventate le "emoticon" o "smiley". Sono rappresentazioni laterali di espressioni facciali che usano i normali tasti della tastiera per esprimere col testo delle emozioni. Per esempio, :) è un sorriso, :( è un broncio, ;) esprime civetteria (una strizzata d’occhio) o un modo giocoso, >:( è arrabbiato, e così via. Mentre queste creazioni ascii aiutano in qualche modo a comunicare inflessioni emozionali, la cattiva comunicazione è ancora un grosso problema per il mantenimento di storie romantiche on-line. Sfortunatamente ho sperimentato la cosa di persona e ho sentito molti dei miei amici on-line lamentare la stessa malattia. Di persona, io e il mio fidanzato, non litighiamo mai e raramente arriviamo a discutere. Siamo comunque persone di poche parole per natura ed essendo costretti a comunicare attraverso i testi su internet ne vengono fuori frequenti incomprensioni e litigi su cose stupide che nascono da disguidi di comunicazione. Senza inflessioni verbali o linguaggio corporeo o qualsiasi altro segnale esterno, il discorso può assumere un’infinità di significati. Un pericolo a tutto ciò è che laddove viene a mancare lo stimolo, la mente spesso riempie il vuoto con ciò che pensa sia vero. In altre parole, un’affermazione del tipo "hai una bella faccia" può essere presa per sarcastica, sciovinista, insincera o dolce a seconda di ciò che il lettore sta provando o pensando in quel dato momento. Questo tipo di comunicazione sbagliata può moltiplicarsi con il progredire della conversazione, con ogni nuova frase che trabocca di nuova incomprensione potenziale. Una relazione che si fonda pesantemente sulla comunicazione testuale è appesantita e minacciata da questi problemi in quanto la comunicazione in una relazione è assolutamente vitale.

Un secondo problema con la comunicazione testuale di natura statica (newsgroup ed e-mail). In una situazione di newsgroup o e-mail, possono passare giorni o a volte settimane prima che si riceva un messaggio. Questa cosa, naturalmente, esclude ogni spontaneità di risposta assieme al fatto di permettere che passi un sacco di tempo durante un filo di discussione, rendendone difficile la gestione. A volte le cose possono cambiare col passare dei giorni o delle settimane tra un messaggio e l’altro e può essere troppo lungo mantenere le cose aggiornate tra i messaggi. Anche per il più paziente i messaggi che impiegano un lungo tempo per essere processati sono quelli che fanno parte delle comunicazioni meno soddisfacenti.

Un altro problema che si riscontra nelle comunicazioni on-line affligge solo le comunicazioni istantanee come IRC o MUD. Questo problema viene indicato con "lag" e un altro problema correlato è conosciuto col nome di "netsplit". Con "lag" si indica il ritardo tra quando si digita qualcosa e quando lo vedono gli altri, dovuto principalmente ad un ritardo nella comunicazione tra i server. Come utilizzatrice di IRC, ho fatto esperienza diretta del lag ed ho visto i suoi effetti nocivi sulla comunicazione. Nel bel mezzo di un’importante conversazione, è comune che colpisca il lag, trasformando una forma di comunicazione che su supponeva istantanea in una lotta per mantenere una conversazione attraverso secondi e avolte minuti di buco. Durante una discussione seria ciò può essere incredibilmente fristrante e dannoso per il contenuto della conversione sul lungo periodo. Si sa che il lag rende la gente arrabbiata e frustrata. Come si sente spesso su IRC, "ACK! @%$#^%LAG!" I Netsplit sono meno comuni ma gettano anch’essi confusione nelle conversazioni su IRC. Un netsplit si ha quando la connessione tra i server viene a cadere, spaccando l’IRC in due network separati Ciò significa sostanzialmente che gli utenti su server IRC differenti vengono separati senza preavviso. Gli effetti su una conversazione in questo caso sono ovvi.

I MUD presentano un problema che è prevalente su internet ma lo è soprattutto in questi tipo particolare di programmi a causa della natura del loro scopo. Il Multi-User Dungeons per natura è un ambiente di gioco di ruolo. Ciò significa che il loro scopo reale è di creare personaggi e con essi giocare un ruolo in una storia. Comunque, con le possibilità di chat dei MUD, la gente finisce col flirtare e dar vita a `relazioni' con altri personaggi. La confusione che sorge fa porre la domanda se la relazione è ‘real' o se non faccia semplicemente parte del gioco di ruolo. Questa incertezza esiste per tutta internet, naturalmente, per via della natura ambigua del mezzo. Non si può vedere chi si nasconda dietro il soprannome on-line. Una presentazione camuffata su internet si fa facilmente ed è comune. La gente può assumere identità multiple molto differenti dalla reale identità nella vita. La linea sfocata che divide il reale dal fittizio sui MUD può essere mostrata in un paio di esempi di persone che ho intervistato.

Un frequentatore di MUD con cui ho parlato ha iniziato a partecipare ai MUD durante il suo primo semestre al college. Jerry era piuttosto timido nella vita reale e partecipò al MUD perché si sentiva più eloquente nel suo ambiente. Iniziò a ricevere messaggi amorosi da una frequentatrice femminile che chiamerò Kitty. Iniziarono a parlare privatamente e finì col passare circa 10 ore al giorno nel MUD a parlare con lei. La loro relazione si spostò ben presto sul telefono dichiarando il loro amore immortale e facendo progetti per incontrarsi di persona. Alla fine, dopo un semestre di lezioni saltate e lunghe notti al MUD, Jerry prese un aereo per l’Utah per incontrare Kitty. Lei lo salutò all’aeroporto in modo molto platonico e passò pochissimo tempo con lui durante il suo soggiorno. Jerry aveva scoperto troppo tardi che Kitty in realtà non aveva fatto altro che recitare una parte sul MUD per tutto il tempo e che il suo amore e i suoi sentimenti non erano altro che parte del suo ruolo nel gioco. Anche se non si capisce perché abbia accettato di incontrarlo nella vita reale, stando così le cose, la storia mi ha colpito come un esempio chiarissimo di uno dei pericoli del MUD.

Un altro frequentatore di MUD che ho intervistato tramite IRC avea una storia da raccontare che era del tutto diversa. Ci sono dei MUD che si basano su ambienti fantasy. QPorcupine frequenta un MUD chiamato "FurryMuck", un ambiente di gioco di ruolo basato su antropomorfi. Gli antropomorfi sono animali che adottano qualitù umanoidi e sono spesso ritratti in un aspetto da cartone animato (come Bugs Bunny, Daffy Duck e simili). QPorcupine crede realmente d’essere un porcospino intrappolato in un corpo umano e cerca altri con una condizione simile: Dice, "Internet mi aiuta a cavarmela in quanto posso essere visto per quello che sono... ma resto ancora intralciato dalla Vita Reale." Ha incontrato sil suo compagno un mese fa in questo MUD. Il suo compagno è un topo intrappolato in un corpo umano e la natura della loro relazione è piuttosto insolita. Gli ho chiesto se desiderava incontrare un giorno o l’altro il suo compagno nella vita reale, dato che viva ad oltre 3000 chilometri da lui. QPorcupine ha replicato, "Anche se potessimo arrivare a contatto nella VR saremmo ancora costretti nelle nostre forme umane. In VR non credo che staremmo così bene (come nel MUD). Vedi, nel MUD puoi fare qualsiasi cosa tu voglia realmente… come essere ermafrodita, per esempio..." Continua dicendo che gli piacerebbe un giorno incontrare comunque il suo compagno, "anche se ciò distruggerebbe l’idea che abbiamo costruito nella nostra mente su come appare l’altro… Io lo vedo solo come un topo e lui sono certo me vede solo come un porcospino". In questo esempio, la relazione tra i due frequentatori di MUD è volontariamente basata sul ruolo del gioco e l’interazione della vita reale è vista come dannosa per le basi della relazione stessa.

Ci sono molte differenze importanti nella formazione di relazioni romantiche on-line. La più ovvia e forse la più importante è la mancanza di informazione visiva, e anche dell’aura, della persone per cui ci si innamora. Questo può essere visto come un fenomeno positivo o negativo. Moore afferma, "La cosa buona della Rete è che rimuove la dipendenza dall’aspetto fisico per la vostra impressione sulla gente; quella cattiva è che rimuove la dipendenza dall’aspetto fisico per la vostra impressione sulla gente." La IRC Couple's homepage ha un link al Pros of On-line Love ed una pagina è titolata "Falling in Love With a Mind, Not a Body" (Innamorarsi di una mente, non di un corpo). Mentre ciò in teroria sembra giusto, è pur sempre nella natura umana creare un’immagine mentale della persona con cui si sta parlando. Ciò può portare ad innamorarsi dell’immagine che si è creata della persona piuttosto che vedere la persona per ciò che realmente è. Nel libro di Mark Dery, Escape Velocity, si cita una donna che dice:

"L’idea di innamorarmo di una persona semplicemente attraverso la sua scrittura mi sembra che getti luce sull’intero concetto di innamorarsi. Si tende ad innamorarsi di una qualche immagine della persona che abbiamo creato nella nostra mente. Il modo in cui la gente reagisce on-line, assieme ai propri condizionamenti, crea questa immagine."

A volte le rappresentazioni grafiche al computer di una foto vengono scambiate attraverso e-mail, il che è una buona idea per puntellarsi prima dell’incontro concreto. Un problema che viene spesso trascurato è la possibilità che due persone non siano attratte fisicamente tra di loro nella vita reale. Offit afferma che "le relazioni amorose virtuali possono incontrare problemi reali quando i comunicanti, che naturalmente condividono un rapporto mentale, risultano avere una compatibilità fisica scarsa o nulla." Anche se appare nobile affermare che l’attrazione fisica e l’interazione della vita reale non possano cambiare l’amore che uno prova on-line attraverso la mente e l’anima della persona (in verità rappresentazioni testuali di pensiero), nella realtà rappresenta proprio un problema reale.

Un’altra differenza è rappresentata dalle opportunità per la gente di incontrare persone con interessi simili ai propri. Invece di incontrare solo qualche persona in un centro commerciale o al bar, si possono trovare persone da tutto il mondo. È più facile trovare qualcuno con interessi simili ai propri su internet che nella vita reale, in quanto ci sono in discussione gruppi di messaggi e canali IRC con argomenti specifici. Invece di limitarsi a prendere ciò che si può trovare in un ambiente limitato, si può selezionare attentamente un compagno da milioni di frequentatori di internet basandosi sugli interessi comuni.

La gente che normalmente è troppo vergognosa per aprirsi a qualcuno è più portata a prendere rischi in un ambiente sicuro come internet. Infatti è molto più facile per molta gente aprirsi con più semplicità e più velocità ad un compagno potenziale on-line di quanto non lo sia per loro farlo di persona. Una ragazza che ho intervistato su IRC mi ha detto che prima di internet trovava difficile incontrare ragazzi a causa della sua insicurezza e timidezza. Su IRC, Saxy riusciva a esporsi con meno rischio e minore giudizio sul suo aspetto e sulle sua capacità sociali. Saxy si sente molto più a suo agio chattando su IRC piuttosto che a farlo di persona, soprattutto quando conosce gente per la prima volta. Da quando ha iniziato su IRC a febbraio di quest’anno, ha dato vita a tre avventure amorose on-line che sono diventate tutte realtà della vita reale. Trova anche che il tipo di uomini che incontra su IRC sia differente. Dice che essi comprendono come è lei e ciò di cui si preoccupa e che gli uomini che incontra sono spesso timidi e socialmente maldestri quanto lei nella vita reale. Senza internet, queste combinazioni di coppie timide potrebbero non avvenire mai per la mancanza di iniziativa o di coraggio, mentre con internet non solo sono possibili, ma sono desiderate.

Una differenza difficile e malinconica tra molte relazioni iniziate nella vita reale e quelle on-line sta nel fatto che le relazioni on-line sono molto più frequentemente relazioni a lunga distanza. Il che costituisce per molte persone solitudine fisica, bollette telefoniche salate e grosse spese di viaggio. Nella vita prima di internet, le relazioni non avevano modo di iniziare come relazioni a lunga distanza, tranne la possibilità di incontrare qualcuno in vacanza in qualche posto. Quando le relazioni incominciano solitarie fin dall’inizio ciò può causare molto dolore per la coppia interssata.

Sfortunatamente una cosa che rimane simile sia on-line che off-line è il sopruso sessuale. Il mondo on-line è composto in massima parte da maschi. Gli uomini dominano spesso le discussioni nei newsgroup, usando la frase "Ciò che vuoi dire è…" per ridefinire la risposta della donna e prendere il controllo dell’argomento e della situazione. Soprattutto in argomenti legati all’elettronica e ai computer, gli uomini partono dall’assunzione che le donne non sanno niente sull’argomento. Si sa anche che gli uomini si attacchino a qualsiasi cosa che appaia anche minimamente femminile e nelle loro attenzioni sono molto spesso rudi. Spender riferisce una storia di una ragazza di nome Margie che entrata in un MUD si trovò davanti qualcuno con un messaggio "Oh, ho sentito dire che sei molto facile, che ti spalmi come burro di arachidi." quando lei rispose con "Attento, lo considero come un sopruso," lui replicò "Sei una cagna." Questo atteggiamento mortificante verso le donne nel ciberspazio è anche troppo comune. Per fortuna molte donne evitano di formare relazioni con questi uomini, anche se la presenza di tali soprusi scoraggia le donne ad entrare in rete. Dopo i suoi prblemi con i soprusi sessuali su internet, Margie arrivò alla conclusione che "per le ragazze spesso era troppo difficile sopravvivere nel ciberspazio," che era più facile abbandonare. Questa cosa svolge un ruolo molto importante nella formazione on-line di relazioni eterosessuali e lesbiche in quanto per formarle le donne devono essere tanto per cominciare sulla Rete.

Un problema che esiste sia on-line che off-line è quello dell’infedeltà. L’abbindolare di mogli fidanzate e fidanzati esiste in entrambi i mondi, ma è in corso una discussione sul fatto se l’inganno on line o gli ‘e-mail affair’ rappresentino o meno una reale situazione di infedeltà. Offit parla di "e-mail extra maritali", "non occorre essere eroticamente bollenti per far sorgere la gelosia, anche se a volte, come con il telefono sexy, la cosa può essere abbastanza esplicita... (a volte) la corrispondenza è solo indirettamente sessuale, anche se la coppia si sente sufficientemente colpevole e incerta da mantenere segreto il legame elettronico." In un articolo dal titolo Virtual Immorality, George Topp descrive i suoi rapporti via e-mail e si chiede se rappresentino o meno un adulterio. Mentre afferma che non c’è stata nessuna penetrazione e neppure nessun tipo di contatto fisico, non possono essere completamente innocenti perché se sua moglie facesse una qualche "lap dance virtuale" sul "laptop (computer) di qualcun altro", lui sarebbe ben altro che "virtualmente scocciato".

Internet è una serie di comunità e di mezzi attraverso cui la gente può comunicare globalmente: Questo mezzo relazioni potenziali che hanno alcune differenze dal corteggiamento e dai rapporti tradizionali, alcune delle quali possono essere viste come cambiamenti positivi mentre altre sono viste essenzialmente come effetti negativi del mezzo. In aggiunta internet presenta alcuni tratti in comune con gli approcci vecchio stile e con gli atteggiamenti verso il corteggiamento. Internet ha un effetto evidente e rilevante sul modo in cui negli anni ‘90 le relazioni vengono sviluppate e mantenute, e possiamo studiare e imparare gli effetti che internet ha nei confronti di questo aspetto della nostra società. Comunque, alcune regole e alcune norme riguardanti il comportamento maschile e femminile durante il corteggiamento e l’interazione romantica sono rimaste in massima parte le stesse, lasciandoci un’affascinante mistura di conforto per la conoscenza del territorio ed eccitazione per frontiere inesplorate.


Bibliografia

 


© 2001 Jennifer K. Mulcahy; Titolo originale, Romance - Online; Traduzione italiana, Danilo Santoni