Barry N. Malzberg


Nato a New York il 24 luglio '39.
A New York vivrà per lungo tempo;nel '64 si sposa, ed in seguito avrà da questa unione due figlie.
Esordisce come scrittore di fantascienza con il racconto "We're Coming Through the Windows", apparso sul n. 8 di "Galaxy" nel '67.
Da allora ha cominciato un'intensissima attività, sia come scrittore di thriller che di romanzi pornografici.
Per quanto riguarda la fantascienza, secondo le sue stesso parole, avrebbe prodotto venticinque romanzi, sei antologie e diverse centinaia di racconti.
I romanzi che hanno avuto un più grande successo di pubblico in America sono stati "The Distruction of the Temple" e "Horowitz's World".
Ha dichiarato che la sua antologia "Down Here in the Dream Quarter" è il suo addio alla fantascienza.
Attualmente risede a Bergen Country, nel New Jersy.
Uno degli autori più trasgressivi che la Sf abbia prodotto.


Bibliografia essenziale

romanzi


antologie
racconti


saggi


saggistica


OPERE NON TRADOTTE

romanzi

antologie


racconti


saggi di


saggi su




SCHERMO DEI MILLE DESIDERI
(Screen, 69)
traduzione di Giovanni Malini
"Storia dell'underground" n. 5, ed. Olympia Press Italia, 69
177 pagine, 2.500 £
Probabilmente pochi fra voi sapranno che Barry Malzberg, uno degli autori di maggior spicco della Sf, ha anche scritto due (e forse più) romanzi pornografici.
Questo è quello che è maggiormente accostabile al nostro genere, in quanto contiene molti elementi decisamente derivanti dalla poetica di James G.Ballard, soprattutto dei suoi ultimi romani, "Crash" e "La mostra delle atrocità", e anche il tema dei nuovi miti, delle celebrità che divengono, nell'immaginario collettivo, qualcosa di decisamente differente, dei personaggi, appunto, mitici: ""Prendi la mia automobile," si affretta a dire, tirando fuori le chiavi dalla fenditura tra i suoi seni."Voglio che tu la guidi; questo mi ecciterà più di qualsiasi altra cosa tu possa fare."" (pag.27); "...non stò fottendo soltanto Doris Day, ma forse nell'accoppiamento sto chiavando la stessa America..." (pag.175).
 È la storia di un uomo qualunque che, andando al cinema, si perde completamente nei film che vede, vivendo, così, delle favolose avventure immaginarie, virtuali, diremmo oggi, in cui lui diviene, di volta in volta, Marcello Mastroianni e Martin Miller, nelle vesti dei quali ha dei rapporti, prima con Sofia Loren, poi con Audrey Hepburn, Brigitte Bardot, Honey Bee e Doris Day ("...fottere l'America in questo modo è molto simile all'entrare in un grande, costoso, dissoluto motel, il suo corpo simile ad un tappeto lussureggiante sotto di me, la sua vagina come un televisore, le sue cosce spingenti come un paio di condizionatori d'aria che si affrettano a rilassarmi..." (pag.176)), per, poi, averne, finalmente, uno con una donna reale, nella realtà.
E, tutto ciò, lo pone, assolutamente, all'interno del nostro genere.
Non mi sono stupito poi più di tanto, di ciò; chiunque abbia letto qualcosa, di Malzberg, sa benissimo che in molte sue opere vi sono riferminenti sessuali anche molto espliciti, basti pensare al bel romanzo "Il grande incubo" (The Empty People, '72); l'altro romanzo pornografico che sicuramente ha pubblicato è "L'oracolo" (Oracle of the Thousand Hands, '69) ("Storia dell'underground" n.12, ed.Olympia Press Italia, '70), che, però, non contiene alcun elemento che lo possa connotare quale romanzo fantastico, benchè il Cammarota, nel suo ottimo saggio, trovi degli agganci.
Penso che, sicuramente, se si andasse a cercare, si potrebbero trovare anche degli altri romanzi pornografici di Malzberg, ma, questi due, sono quelli che ci interessano; per inciso: "L'oracolo" è incentrato sulla masturbazione...e non è male!!!

Altri contributi critici:


© m.bonati



Mondo - Ultimi arrivi - Autori - Argomenti - Testi in linea - Speciali
Premi della SF - IntercoM rivista - Collegamenti - Ansible